martedì 18 ottobre 2011

Margherite per festeggiare 102 primavere

Tra le cose che son passate in questi giorni d'autunno c'è il compleanno della mia nonnetta: 102 primavere! Un secolo intero attraversato e superato... E’ nata nel 1909, anno in cui Marconi vinceva il Nobel per la fisica e le Figaro pubblicava il manifesto del Futurismo di Marinetti!!!























L'amore per la cucina, la voglia di "nutrire" gli altri, la curiosità verso sapori e accostamenti li devo tutti a lei.
E dunque per la sua festa non potevo che mettermi in cucina. In onore delle tante primavere e del suo nome... margherite di pasta frolla.



Ingredienti (circa 20 margherite)

220 gr di farina 00,
80 gr di burro,
90 gr di zucchero,

20 cl di panna fresca,
1 tuorlo,
mezza bustina di lievito, 
scorza grattugiata di un'arancia,

zucchero a velo per decorare.


Come procedere
Sciogliete il burro nel microonde, unite il tuorlo d’uovo e aggiungete lo zucchero. Amalgamate bene, poi diluite con la panna. A questo punto unite farina e lievito, setacciati insieme, e la scorza di arancia grattugiata. Lavorate fino ad ottenere una palla omogenea e elastica. In frigo per un'ora a riposare.  Stendente l'impasto tra fogli di carta da forno (così eviterete di aggiungere altra farina) alto un dito. In forno caldo e ventilato a 170° per 10 minuti circa: da togliere appena dorano.  Spolverate con zucchero a velo.

NONNA MARGHERITA A 100 ANNI



16 commenti:

  1. Tantissimi auguri alla tua bella nonna!Che volto interessante....Io non ho mai conosciuto le mie nonne e mi sono sempre mancate....Buona serata...

    RispondiElimina
  2. Mi si stringe il cuore. Ti invidio, invio una nonna così bella e piena di storia. Stringitela forte e abbracciala e respira l'odore buono di borotalco che sempre hanno le nonne vere. Dalle un bacio per me. Auguri grandi. Pat

    RispondiElimina
  3. CHE BELLA LA NONNA,E CHE TENEREZZA..TANTI AUGURI DI OGNI BENE!!!!!!!!LE MARGHERITE DELIZIOSE,DA COPIARE!!!!!!

    RispondiElimina
  4. Tanti tanti auguri alla tua bella Margherita....Un abbraccio affettuoso e..un po' commosso.
    Dolcissimi in tutti i sensi i biscotti.
    Baci, Simo

    RispondiElimina
  5. Ma che bella nonnia che hai...se quelle rughe potessero parlare!!! ma se mi preparo una bella collana con le tue margherite e il nastrino verde quanto pensi che duri al mio collo??? il nastro x sempre ma i biscottini, buoni come saranno nemmeno 10 secondi!!! io sono nuova di blog...complimenti x il tuo sei davvero mooolto brava!

    RispondiElimina
  6. Finalmente vedo e risento parlare della famosa nonna!!! Che bella nonna e, davvero, quanta storia hanno visto i suoi occhi...
    Buonissimo compleanno a lei.. e quelle margherite sono semplicemente perfette!

    RispondiElimina
  7. Complimenti alla nonna, un abbraccio

    RispondiElimina
  8. che bello questo pensiero per la tua nonna! tanti auguri!
    ciao
    Valeria

    RispondiElimina
  9. Grazie! E' davvero una emozione grande una nonna così! A volte litiga con i ricordi mi guarda e dice: "No tu non sei la mia Carla, sei troppo grande". E io mi commuovo e torno a sentirmi piccina piccina. Un abbraccio a voi tutti, con l'augurio di infinite primavere.

    RispondiElimina
  10. ma che bella la tua nonna!

    anche i miei nonni sono nati in quel periodo e se solo li avessi accanto, qui vicino a me, li avvolgerei di abbracci e baci :)

    quanto fanno tenerezza i nonni...e tu che ancora hai questa fortuna stringela più che puoi e dagli tanti baci :) anche da parte mia!

    Ma la tua nonna era una chef!

    immagino le gironate passsate insieme :)

    e le tue margherite sono un amore di dolce :)

    Tanti auguri alla nonna e alla nipote bella e brava! :)

    RispondiElimina
  11. Noooo! ho rischiato di perdermi questa notizia meravigliosa!! Un abbraccio grandissimo alla tua nonna e tutti gli auguri del mondo a lei che ha attraversato il tempo mantenendo un'espressione così dolce!! Ti invidio questo affetto immenso e mando un bacio grandissimo a entrambe!!
    Dani

    RispondiElimina
  12. Visto adesso. Tanti tanti tanti auguri.
    Con i miei nonni ho avuto sempre un solo rimpianto: non averci passato piu' tempo assieme.

    RispondiElimina
  13. Carla, chef per l'epoca è davvero una parola grossa!!!! Ma sì era cuoca nella trattoria di famiglia chiusa intorno ai primi anni sessanta. E poi ha continuano a cucinare per noi: giovedì gnocchi.. domenica vincisgrassi, venerdì brodetto!!! Una goduria. Grazie ancora a tutti per gli auguri da parte di nonna, a cui ho raccontato di questo post... anche se non ha ben capito come funziona :)))))

    RispondiElimina
  14. io non trovo Carla che sia una parola grossa perchè non vedo la differenza tra i cuochi di adesso "chef" e quelli di allora...ora si usa di più la terminologia francese...perchè altrimenti la loro bravura è la stessa delle cuoche/chi di una volta :) il mazzo se lo fanno comunque tutti in cucina, anzi credo che allora senza i macchinari che ci sono oggi e con la pasta che si faceva tutto in casa, il pollame e varie da spellare in casa...le conserve di passate di pomodoro da conservare per l'inverno ecc...e per non parlare di tutti i piatti e pentole lavate a mano, la fatica era certo molto superiore di quella di adesso :)

    tu ne sai qualcosa :)

    anche mia madre era una cuoca nel nostra trattoria di famiglia e per me è ed è stata una grande "chef" per più di 40 anni!!! stare sotto di Lei era come stare in caserma...un vero comandante di brigata!

    ah se sentissi quello che dice sugli chef di ora ahahah per carità su quelli bravi non apre bocca ma su certi no comment ;)

    Baci

    RispondiElimina
  15. Carla, hai ragione: da questo punto di vista e considerando che ha lavorato in tempo di guerra con pochissimi prodotti a disposizione.. mia nonna era più che uno chef. Un'intera brigata di cucina: dalle patate ai dolci, da lavapiatti a creativa!!!! : ))))

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails