giovedì 1 ottobre 2009

Un gelato di neve
























Guardo mia nonna e mi dico che vivere 100 anni è davvero un viaggio nel tempo, altro che John Titor!!! E’ nata nel 1909, anno in cui Marconi vinceva il Nobel per la fisica, partiva da Milano il primo Giro d’Italia e le Figaro pubblicava il manifesto del Futurismo di Marinetti. Quando mia nonna è nata c’era il re, i panni si lavano con la cenere e il gelato si preparava con la neve. Ha attraversato due guerre mondiali, la ripresa e boom economico e poi ancora gli anni della guerra fredda fino alla crisi di questi giorni, come un albero che si fa strada nella terra per trovare la forza di salire più in lato, verso il cielo.


















Mia nonna ha gestito per 40 anni la trattoria di famiglia. In cucina, dietro i fornelli, prima di lei suo padre. La cucina, però, non l’ha lasciata mai, fino a qualche anno fa, quando ha cominciato a dimenticare le dosi e a confondere le ricette. Insieme abbiamo trascorso più tempo in cucina che in qualsiasi altro posto. Lì ascoltavo le favole, mi appiccicava i cerotti alle ferite, facevo i compiti. Sarà per questo che anche io non ne sono mai uscita???!!!


Lu ciammellottu
di nonna Margherita

Ingredienti
500 gr di farina
250 gr di zucchero
5 uova
un bicchiere pieno di latte
una tazzina e mezzo di olio d’oliva
una bustina e mezzo di lievito per dolci
scorza di limone grattugiata

Come procedere
Battete le uova con lo zucchero; aggiungete il latte e l’olio. Profumate con la buccia di limone grattugiata. Aggiungete, poco a poco, farina e lievito setacciati insieme, continuando a mescolare. La consistenza è quella giusta quando potete “scrivere” con l’impasto: se necessario aggiungete un po’ di latte. Ungete uno stampo e infarinatelo, eliminando la farina in eccesso. Spolverate la superficie di zucchero. In forno, già caldo, a 180°C per 40 minuti circa.

Co’ poco zucchero e senza vurro,
lu ciammellottu non fa male...
allunga la vita!
























Mia nonna è entrata in un centro commerciale per la prima volta a 93 anni e ha pensato di essere “in un altro mondo”...
Io credo che abbia ragione.



AUGURI NONNA

2 commenti:

  1. 100 anni! le dai un abbraccio lieve anche da parte mia? :))

    RispondiElimina
  2. uuuuu li ciammellotti marchigiani so i mejo!!!!

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts with Thumbnails